Seguici
In evidenza“Le divertenti variazioni di Gegè Telesforo”

“Le divertenti variazioni di Gegè Telesforo”



«Il nostro obiettivo è quello di condividere con i telespettatori la nostra prospettiva sulla musica”. È con queste parole che Gegè Telesforo, ospite il 15 gennaio a Officina Pasolini, ha presentato al pubblico dell’Hub culturale la seconda stagione del fortunato format televisivo Variazioni su tema. Una serata all’insegna dell’ironia (la stessa che caratterizza da sempre tutti i suoi programmi, che si tratti di radio o di piccolo schermo) per raccontare cosa succederà in queste nuovissime venticinque puntate del programma di Rai 5 “che porta la musica fuori dalle sale di registrazione». La formula – decisamente vincente visto il grande successo di ascolti –  è sempre la stessa: dieci minuti di ‘real-tv on the road’, attraversando i luoghi meno convenzionali della musica italiana, per scoprirne personaggi e modi di vivere. «Il giorno in cui portai il primo demo della trasmissione al direttore di rete – ricorda Telesforo – dopo i primi cinque minuti mi venne detto: lei è troppo bravo, se avessi voluto un giornalista avrei chiamato Assante! Rimasi un po’ interdetto, poi mi resi conto che si aspettavano una cosa più sporca, da musicista, così mi sono inventato questa sorta di ‘docu- video – music-clip’ che cerca di entrare nei luoghi più intimi del mondo della musica per tentare di restituirne la verità. E per avere la verità non c’è bisogno di grandi studi di registrazione o di chissà quale tecnologia, basta la passione dei musicisti che credono in ciò che stanno facendo». Ed è proprio questa passione che Telesforo ancora una volta cerca di raccontare attraverso le sue ‘video riflessioni’, immancabilmente supportato dalla piccola troupe con cui viaggia attraverso l’Italia e da Francesco Tromba, uno degli autori, ma soprattutto abile spalla sia sul palco – per commentare alcuni episodi divertenti delle prime puntate – che all’interno del programma. Dieci minuti che trascorrono veloci –  fatta eccezione per i nuovi approfondimenti che portano il titolo di Variazioni su Tema XL –  e che effettivamente propongono in chiave originale e ironica temi inediti e bizzarri dei nostri dietro le quinte musicali. Ma inconsuete come sempre sono anche le prospettive attraverso le quali si osservano i personaggi, professionisti spesso estrapolati dal loro ambito specifico e messi a confronto con altri appartenenti a contesti diversi. Così succede ad esempio nella puntata L’evoluzione della specie, dove ad incontrarsi, con esiti esilaranti, sono il jazzista Enrico Intra e il rapper Willie Peyote. E poi ci sono le lezioni di “stile” del cantautore Ghemon, l’incontro a Parigi con Ben Sidran, la jam session hip hop improvvisata in una scuola multietnica di Parigi, gli special sulla voce e sulla didattica musicale in Italia (un vero e proprio sondaggio fra allievi e docenti), insomma agili ricognizioni sullo stato della musica italiana in cui la parola d’ordine è prima di tutto: divertimento.«Variazioni su Tema – conclude Telesforo –  è una trasmissione totalmente libera e fuori dagli schemi, che non segue le dinamiche classiche dei soliti programmi musicali. Per me, musicista curioso e costantemente votato alla ricerca, avere la possibilità di mostrare ai telespettatori il mio mestiere dal mio punto di vista è certamente un gioco divertente e stimolante, ma spero anche istruttivo, perché il vero obiettivo di questa trasmissione è di accrescere l’interesse del pubblico verso la musica, informandolo ma soprattutto appassionandolo».

C.T

 

 

 

 

 

 

 

Officina delle Arti Pier Paolo Pasolini è un Laboratorio di Alta Formazione artistica del teatro, della canzone e del multimediale della Regione Lazio attivato a partire dal 2014 attraverso finanziamenti europei e gestito da DiSCo, Ente regionale per il diritto allo studio e la promozione alla conoscenza.

 

#CANZONE
#TEATRO
#MULTIMEDIALE

X